Club di Lettura BAC - I leoni di Sicilia di Stefania Auci

2019, NORD

I leoni di Sicilia, di Stefania Auci è il primo libro che il club leggerà nel 2024.

Per la discussione del libro sono disponibili due date in aprile, gli incontri si terranno nelle sale della Kornhausbibliothek al secondo piano e avranno inizio alle 18.00.

La partecipazione è libera e aperta a tutti i soci di BAC. 

Per poter garantire uno spazio alla discussione a tutti, il limite di partecipanti è di 10 persone a incontro.

Per chi lo desidera, alla discussione segue una cena. 

L’iscrizione è obbligatoria tramite formulario sottostante.

Modulo di iscrizione

È possibile iscriversi a una sola data.

I leoni di Sicilia
Stefania Auci

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.